"Febbre gialla" di Carlo Lucarelli, originariamente apparso nell'edizione "La casa del giallo. Crimini e delitti" EL nel 1997
fu poi pubblicato nella collana "Frontiere" EL nel 2001

tradotto anche in francese, tedesco
è stato pubblicato anche da Carlo Signorelli Editore in una versione per la scuola (collana Narrativa per la scuola, 2001) cura di Antonietta Italia, che comprende un appendice "Materiale di Lavoro" con schede e approfondimenti, comprensione e analisi del testo. Uno sguardo su Le triadi.


Doveva essere il terzo romanzo con Coliandro e Nikita protagonisti e doveva uscire per la casa editrice Granata Press.
La casa editrice fallì e dopo qualche anno, come per magia Coliandro diventa Vittorio (un poliziotto giovane alle prime armi) e Nikita diventa Angelica (la sorellina di Vittorio). Un giallo divertente e scorrevole che indaga però su un argomento scottante e scomodo, lo sfruttamento minorile.
La mafia cinese dilaga in piena Bologna.
Vittorio è un giovane poliziotto appassionato di musica. Un giorno, nel centro di Bologna, mentre è a bordo della sua auto viene centrato da un tizio in sella ad una lambretta degli anni '50. L'investitore, che sembra un ragazzo, fugge. Vittorio, che ha raccolto i documenti dello sconosciuto caduti a terra, si trova davanti ad una singolare sorpresa: il ragazzo risulta essere un vecchio di 89 anni. Così Vittorio comincia ad indagare nel mondo nascosto degli extracomunitari cinesi e del lavoro nero ed in piena febbre (raggiungerà i 40 gradi) risolverà il caso.



---------


Febbre gialla di Carlo Lucarelli (Carlo Signorelli Editore) pagine 192, € 9,60, 88-434-0828-3
consigliato in particolare per la seconda e terza classe

“La stanza in fondo alle scale è fredda & lunga,
illuminata da un neon bianco & abbagliante.
Lungo il muro umido, quindici sgabelli
e quindici banchi neri, tutti uguali.
Ammassato in un angolo, un blocco unico
di bambini in canottiera, un unico blocco
a strisce bianche e blu con quindici paia
di occhi obliqui, sgranati su di me...”

Un giovane poliziotto febbricitante, un’organizzazione criminale che non perdona, uno spaurito gruppo di bambini sfruttati nel lavoro clandestino da gente senza scrupoli: questi gli ingredienti di un giallo che si crea pagina dopo pagina. Vittorio non ha le caratteristiche dell’agente speciale all’americana con una soluzione geniale per ogni occasione e, infatti, più di una volta si trova in difficoltà. Può però contare su un pizzico di fortuna e su… due aiutanti insostituibili grazie ai quali porta a felice compimento la sua missione. Sullo sfondo una Bologna buia e fredda che ignora o finge di ignorare i traffici illeciti che si svolgono nelle cantine dei suoi vicoli.

contiene:

Temi e percorsi
• il romanzo giallo
• lo sfruttamento dei minori
• il lavoro clandestino
• la criminalità organizzata